White paper IA

Il documento rappresenta la bozza del white paper dedicato all’applicazione dell’Intelligenza Artificiale a servizio del cittadino. Il testo - prodotto dalla task force IA - conterrà suggerimenti e raccomandazioni che la pubblica amministrazione italiana potrà adottare per allinearsi alle migliori prassi internazionali.

L’indice del white paper è in consultazione e aperto ai commenti di chiunque sia interessato. Fino al 10 ottobre.

Come commentare la struttura dell’indice?

  • Clicca su “Mostra i commenti” alla fine di ogni capitolo
  • Inserisci il tuo contributo!

Ti ricordiamo che la consultazione riguarda unicamente la struttura dell’indice, in futuro daremo la possibilità di contribuire alla definizione dei contenuti.

Introduzione

Perché è importante un white paper su IA e quali sono gli obiettivi e i destinatari.

I servizi digitali pubblici: contesto e scenari

In questo capitolo è presente lo stato dell’arte dei servizi digitali in Italia, con approfondimenti su azioni e obiettivi previsti nel Piano Crescita Digitale e nel Piano Triennale per l’informatica nella Pubblica amministrazione oltre alle considerazioni su come l’IA può inserirsi in questo contesto.

Mostra i commenti

Intelligenza Artificiale oggi

Questo capitolo delinea tecnologie, soluzioni e ambiti di applicazione dell’IA. All’interno del capitolo è presente inoltre un’analisi sia delle prospettive di sviluppo dell’IA dal 2017 al 2022 e al 2037 sia delle opportunità e delle potenzialità dell’IA applicata ai servizi pubblici. Completano il capitolo casi di studio e buone prassi di interesse nazionale e internazionale.

Mostra i commenti

Le sfide dell’IA al servizio del cittadino

Il capitolo è dedicato all’individuazione e all’analisi delle sfide che deve affrontare il settore pubblico per costruire un contesto fertile allo sviluppo di strumenti e tecnologie di IA, come ad esempio promuovere la diffusione dei dati aperti e la trasparenza nelle decisioni prese da algoritmi.

Sfida 1: Etica

Obiettivo dell’IA e dei sistemi cognitivi è aumentare le capacità umane. La tecnologia, i prodotti, i servizi e le politiche di utilizzo devono essere sempre progettati in modo tale da arricchire ed estendere le capacità, le competenze e il potenziale umano. Scopo di questa sfida è analizzare i possibili impatti dell’IA al fine di supportare la definizione degli strumenti per individuare preliminarmente le criticità etiche.

Sfida 2: Tecnologia

L’IA può essere intesa come l’insieme di metodologie applicate ad aree di ricerca (come ad esempio la computer vision, la robotica, il Natural Language Processing). L’obiettivo di questa sfida è mappare le tecnologie - sia quelle già mature sia quelle sperimentali - al fine di definire un quadro sinottico che possa consentire un immediato orientamento verso le tecnologie emergenti di IA all’interno degli ambiti funzionali di interesse.

Sfida 3: Competenze (Human capacity)

L’obiettivo di questa sfida è analizzare gli sviluppi dell’IA sia nell’utilizzo di applicazioni tecnologiche per migliorare le capacità umane sia nell’individuazione di competenze necessarie ad affrontare la trasformazione del lavoro.

Sfida 4: Il Ruolo dei dati

Una delle risorse più importanti per lo sviluppo delle soluzioni IA sono i dataset, sia pubblici che privati, e la loro interoperabilità, funzionali alla gestione di sistemi evoluti di “analisi e raccomandazione” nei diversi ambiti di applicazione. Obiettivo di questa sfida è definire indicazioni che possano rendere semplice, sostenibile ed efficace la produzione e l’accesso ai dati.

Sfida 5: Contesto legale

Le applicazioni di soluzioni innovative di IA necessitano di un preciso framework legale per poter garantire trasparenza, protezione dei dati personali e tutela dei diritti delle persone fisiche e giuridiche. L’obiettivo di questa sfida è mappare il contesto giuridico ed evidenziare le principali problematiche, delineando e suggerendo un corretto perimetro di applicazione.

Sfida 6: Accompagnare la trasformazione

L’obiettivo di questa sfida è individuare gli ambiti prioritari di applicazione nei quali l’utilizzo delle tecnologie IA possa innescare un effetto volano, accelerando la trasformazione dei servizi pubblici e abilitando il cittadino a interagire efficacemente nei diversi contesti quotidiani.

Sfida 7: Prevenire le disuguaglianze

In questo paragrafo si intende illustrare come le tecnologie di IA possano contribuire a ridurre i gap sociali, linguistici e culturali esistenti nella nostra società, così come generare una maggiore accessibilità dei servizi pubblici semplificando la vita di tutti i cittadini.

Sfida 8: Misurare l’impatto

Definire indicatori e parametri per monitorare l’impatto sociale, economico e culturale per valutare efficacia ed efficienza dell’implementazione di soluzioni di IA nei servizi pubblici, rappresenta l’obiettivo di questa sfida.

Sfida 9: Migliorare la sicurezza

Come l’utilizzo dell’IA può rappresentare un valido aiuto di fronte alle crescenti minacce informatiche che la pubblica amministrazione deve affrontare quotidianamente.

Sfida 10: L’essere umano

Questa sfida verrà affrontata in maniera transdisciplinare. Il risultato sarà costituito da una analisi dello scenario contemporaneo e dalle linee guida che suggeriranno i modi più efficaci di coinvolgere e congiungere il Design, le Arti, la Psicologia, l’Antropologia, la Sociologia e le altre discipline umanistiche nei progetti di IA, creando ponti tra ricerca, industria e società, per sostenere iniziative di “senso” capaci di indicare come abilitare le persone a posizionarsi rispetto alla tecnologia.

Mostra i commenti

Raccomandazioni

Un insieme di raccomandazioni che individuano le caratteristiche di una PA “AI-ready”, in cui sono individuati attività, processi e servizi che possono essere supportati da soluzioni tecnologiche IA. A completare l’analisi, istruzioni d’uso, strumenti operativi e modalità di supporto per il processo di policy making dell’IA nel settore pubblico.

Mostra i commenti

Approfondimenti, roadmap e credits